Il laboratorio di Analisi dal 1978

Prestazioni in convenzione Servizio Sanitario Nazionale

CEAM è struttura accreditata dalla Regione Veneto: accetta le ricette sanitarie applicando esenzioni e nomenclatore tariffario della Regione Veneto.
Il paziente che richiede le prestazioni in convenzione con il Servizio Sanitario Nazionale deve presentare la tessera sanitaria e può accedere a CEAM direttamente o con prenotazione.
La ricetta SSN riportante le prestazioni può essere ricetta bianca dematerializzata o ricetta rossa.
La ricetta SSN può contenere al massimo 8 prestazioni e deve presentare indicazione di diagnosi o sospetto diagnostico da parte del Medico prescrittore (circolare 369596 del 16 settembre 2015 Regione Veneto). Il paziente è tenuto a firmare la ricetta SSN al momento del suo utilizzo.
Ad ogni ricetta (eccetto le ricette esenti), oltre al costo degli esami, verrà addebitato un ulteriore costo di 5 o 10 euro (a ricetta) secondo Delibera Regione Veneto n.1380 del 5 agosto 2011).
Di seguito puoi consultare le modalità di servizio:

Le esenzioni sono indicate in ricetta dal Medico prescrittore.
Il paziente esente non è tenuto al pagamento delle prestazioni sanitarie a carico del Servizio Sanitario Nazionale, come previsto dalla normativa vigente.
L'esenzione, a seconda dei casi, è totale oppure per le sole prestazioni correlate alla patologia.
Le tipologie e i codici di esenzione sono riportati nell' Allegato A al Decreto 18 del 30 settembre 2016.

Le esenzioni possono essere di diversa tipologia:

Esenzioni ticket in gravidanza:

Il codice di esenzione della gravidanza deve essere riportato dal Medico prescrittore nell'apposito spazio della ricetta.
Le esenzioni ticket in gravidanza sono regolamentate dal D.M. 10-09-1998
L'esenzione ticket in gravidanza è valida anche per pazienti femminili e maschili che intendono sottoporsi a diagnosi preconcezionale, secondo quanto indicato nel D.M.; in questo caso il Medico prescrittore deve indicare nell'apposito spazio in ricetta il codice 400.


Esenzioni ticket per patologia cronica:

Il codice di esenzione della patologia deve essere riportato dal Medico prescrittore nell'apposito spazio della ricetta.
Le esenzioni ticket per la patologia cronica e invalidante sono regolamentate dal D.M. n. 329 del 28 maggio 1999.


Esenzioni ticket per patologia rara:

Il codice di esenzione della patologia rara deve essere riportato dal Medico prescrittore nell'apposito spazio della ricetta.
Le esenzioni ticket per le patologie rare sono regolamentate dal D.M. n.279 del 18 maggio 2001.


Esenzioni ticket per gli interventi a favore delle persone donatrici di sangue, di midollo osseo e di organo tra i viventi:

Il codice di esenzione deve essere riportato dal Medico prescrittore nell'apposito spazio della ricetta. Possono beneficiare di questa esenzione solo i residenti nella Regione Veneto.
Le esenzioni ticket per gli interventi a favore delle persone donatrici di sangue, di midollo osseo e di organo tra i viventi sono regolamentate da L.R. n.11 del 28 giugno 2007 e delibera di attuazione n. 2992 del 25 settembre 2007.


Esenzioni ticket per reddito:

Le esenzioni ticket per reddito deve essere indicata in ricetta dal Medico prescrittore.
Le esenzioni ticket per reddito sono regolamentate dal Decreto Ministeriale 11 dicembre 2009 e alle relative Linee guida Tecniche operative della Regione Veneto.
Il paziente che si ritiene in possesso dei requisiti per l'esenzione e che non abbia ricevuto il relativo certificato esenzione, deve informarsi presso le sedi distrettuali ULSS.
Si ricorda che qualora vengano meno le condizioni socio-economiche che danno diritto all'esenzione, il cittadino è tenuto a non utilizzare il relativo certificato di esenzione e a non beneficiare della condizione di esenzione, pena l'applicazione delle sanzioni previste dalla legge in materia.


Il paziente, se non appartenente alle categorie di Esenzione, è tenuto alla quota di partecipazione alla spesa sanitaria ossia al pagamento del ticket come previsto dalla normativa vigente.
Il paziente è tenuto al pagamento delle prestazioni. Inoltre, per ogni impegnativa SSN presentata, il paziente è tenuto al pagamento di Euro 10,00 poichè appartenente ad un nucleo familiare con reddito riferito all'anno precedente, maggiore o uguale a 29000 Euro (DGR Veneto n.1380 del 5 agosto 2011).
Il paziente per ogni ricetta SSN può pagare fino ad un massimo di Euro 46,15 (36,15 Euro per le prestazioni e 10,00 Euro per DGR Veneto n.1380 del 5 agosto 2011.
Il paziente che presenta la ricetta con codice 7RQ è tenuto alla quota di partecipazione alla spesa sanitaria ossia al pagamento del ticket come previsto dalla normativa vigente.
Il codice 7RQ indica che per ogni impegnativa SSN presentata, il paziente è tenuto al pagamento delle prestazioni. Inoltre, per ogni impegnativa SSN presentata, il paziente è tenuto al pagamento di Euro 5,00 poichè appartenente ad un nucleo familiare con reddito riferito all'anno precedente, inferiore a 29000 Euro (DGR Veneto n.1380 del 5 agosto 2011).
Il paziente 7RQ per ogni ricetta SSN può pagare fino ad un massimo di Euro 41,15 (36,15 Euro per le prestazioni e 5,00 Euro per DGR Veneto n.1380 del 5 agosto 2011).
Il paziente può accedere in CEAM direttamente al mattino per i prelievi e la consegna campione biologico e può accedere in CEAM durante l'intera giornata per informazioni.
Per conoscere gli orari clicca qui.
La prenotazione ti permette di saltare la coda in segreteria il giorno in cui decidi di effettuare il prelievo e/o la consegna dei campioni biologici. Il paziente che utilizza le ricette può effettuare prenotazione solo in sede. Per la modalità di prenotazione, clicca qui.

Il referto del paziente può essere ritirato a partire dalla data indicata nel foglio ritiro; il referto può essere ritirato anche da un delegato: l'interessato deve compilare l'apposita delega del foglio ritiro e deve presentare documento d'identità al ritiro.
Il referto può essere scaricato anche on-line cliccando qui; chi scarica il referto on-line non deve passare in sede per il ritiro.
Il paziente deve sempre stampare il referto (in sede o on-line) anche quando ha autorizzato il proprio Medico alla consultazione via internet.
Il referto deve essere ritirato in sede o scaricato on-line entro 30 giorni dalla data prevista per la consegna dello stesso. In caso di mancato ritiro entro i suddetti 30 giorni, l'utente, sia esente che non esente, è tenuto al pagamento per intero della prestazione come previsto dalla Legge n. 296 del 27/12/2006.

C.E.A.M. Centro Esami Analisi Mediche
Via Moglianese 44 - Scorzè (VE) - Tel. 041 445917 - Fax 041 5847162 - info@ceamanalisi.it

Struttura Autorizzata e Accreditata dalla Regione Veneto - DGR 2464 del 20/12/2013 Struttura Convenzionata con il Servizio Sanitario Nazionale
Primavera a Scorzè